PHONE +39 335 6382149

MENU

  Approfondimenti

L O A D I N G

“Fermo Mia” il primo portale D.o.c.
di Fermo e del territorio fermano.

 

Nel portale “Fermo Mia” troverete tantissime peculiarità storiche della città di Fermo e di tutto il fermano, la Fermo artistica, la Fermo culturale, la Fermo storica, la Fermo nascosta, la Fermo che non si conosce.

a cura di Piero Evandri

approfondimenti dal territorio fermano

Il Palazzo dei Priori

»  Home  »  Menu  »  Approfondimenti  »  Palazzi storici  »  Il Palazzo dei Priori - Fermo

Il Palazzo dei Priori  »  Territorio di Fermo

Comune di Fermo

 

Il Palazzo dei Priori

 

Il Palazzo dei Priori è uno tra i più antichi edifici pubblici di Fermo. Si trova in Piazza del Popolo e nasce dall’unificazione di due palazzi già esistenti: un palazzo privato, nella parte nord, e l’antichissima Chiesa di San Martino, che un tempo dava il nome alla piazza, nella parte sud.

Il prospetto attuale è rialzato di tre metri rispetto agli edifici originali, per un progetto del XVII° sec. che gli ha dato la singolare apertura a ventaglio.

 

Il palazzo fu iniziato ne 1296 e terminato nel 1590 e nell’insieme ha una struttura rinascimentale.

La facciata,bellissima, si apre a ventaglio sulla piazza con due ordini di finestre incorniciate da mostre di travertino e una doppia scalinata centrale. Questa è sormontata dalla statua in bronzo di Papa Sisto V°, eseguita da Accursio Baldi detto il Sansovino nel 1588, e voluta dai Fermani per amore del corregionale Felice Peretti.

 

All’interno il palazzo ospita la Pinacoteca Civica con una raccolta che va dal medioevo al XIX° sec. e il Museo Archeologico, con la collezione permanente “Dai Villanoviani ai Piceni”. Inoltre nel palazzo si possono visitare la “Sala dei Ritratti” (così chiamata perché ospita ritratti di personalità illustri), un tempo chiamata Sala delle Commedie perché fino al Settecento veniva usata come struttura teatrale, la Sala Consiliare, la Sala Rossa, la Sala dei Costumi e la Sala del Mappamondo, così chiamata perché contiene il grande globo terracqueo realizzato nel 1713 dal grande cartografo  Amanzio Maroncelli. La Sala del Mappamondo, risalente al 1688, contiene numerosi volumi appartenenti alla Biblioteca Civica ed è interamente rivestita in legno con scaffalature in noce e soffitto a cassettoni.

© www.FermoMia.it  -  Testi di Alessandra Di Ruscio

© Copyright foto - www.fermomia.it

Info: contatti - contact us

» E' vietata la riproduzione, anche per sunti di testi e immagini.

N.B. Si declina ogni responsabilità per inesattezze o variazioni relative ai dati pubblicati, rimaniamo a disposizione per ogni segnalazione e richiesta di ulteriori informazioni.

Scegli i nostri canali della Qualità Made in Italy  -  Choose our channels of the Made in Italy Quality